Archivi categoria: biblioteche

GLAM/biblioteche: le attività in Italia

Nel 2011 alcuni volontari wikimediani hanno avviato il progetto GLAM (Galleries, museums, libraries and galleries) volto a costruire una alleanza tra il mondo Wikipedia e gli istituti della conoscenza. Se infatti nel mondo digitale la comunità wikipediana con 1,6 milioni di volontari ha fino ad ora creato 29,6 milioni di voci nelle sue 287 versioni linguistiche, questa comunità è però cosciente che il popolamento del web con informazione relative ai beni culturali non può essere realizzato senza il coinvolgendo degli istituti della conoscenza: archivi, biblioteche, musei e gallerie sono infatti i luoghi tradizionalmente dedicati a conservare, organizzare e rendere fruibili i beni culturali e solo un loro diretto coinvolgimento sia nella attività di redazioni di voci che di donazione di immagini può raggiungere l’obiettivo del libero accesso ai beni culturali. Continua a leggere

Video di biblioteche pubbliche toscane

Raggruppo qui i video prodotti dalle biblioteche pubbliche toscane differenziando tra video di eventi, video descrittivi della biblioteca, video di utenti

Video su eventi:

Campi Bisenzio
– video sul convegno La lettura nonostante… libri e ragazzi tra promozione e rimozione tenuto a Campi Bisenzio

. Pistoia
Biblioteca Forteguerriana. Avvio lavori di ristrutturazione

– Prato

Intervista al direttore Franco Neri sulle biblioteche sulla biblioteca pubblica e sul servizio a Prato

– Bagni di Lucca
Simone Frasca alla biblioteca di Bagni di Lucca

– Figline Valdarno
Enrico Brizzi alla Biblioteca e il piacere della lettura

video fatti da utenti
– Massa
Biblioteca comunale di Massa
video fatto da alcuni utenti

Altri Video
La consultazione di libri antichi 😉
http://www.youtube.com/watch?v=iJaDcFhpsVA

Da pochi giorni anche la Biblioteca comunale di Scandicci (FI) ha sul sito un video di promozione della nuova biblioteca.

Nuove biblioteche in Toscana

Inizio la segnalazione, in forma diaristica, di nuove sedi di biblioteche in corso di costruzione in Toscana

Venerdì 2 maggio ho fatto una girata per il Chianti e ho visitato le biblioteche di Impruneta e Greve (S. Casciano era chiusa nonostante per orario dovesse essere aperta, Figline era chiusa – è aperta lunedì-giovedì mattina e pomeriggio ma il venerdì e il sabato solo mattina.

A Greve è in costruzione una nuova sede non molto grande (ca. 400 metri quadri). Attualmente in servizio c’è 1 persona di ruolo con 3 inserimenti terapeutici!! e solo 1.00 € per comprare libri.

A Impruneta la nuova sede inaugurata nel 2001 o 2002 ha già necessità di nuovo spazio; è quindi previsto un ampliamento dei posti con la creazione di un ballatoio nella grande sala di lettura. Ricordarsi dell’interessante il lavoro che hanno fatto sui Quaderni di S. Gersolè. Sono stati tutti catalogati in un database per quaderni scolastici fatto da INDIRE nell’ambito di un progetto nazionale di catalogazione di materiale scolastico. Da analizzare come connettere questo database alla nostra Biblioteca digitale per consentire la visualizzazione delle pagine digitalizzate.

Sabaro 3 maggio altra girata. Sono stata a Reggello e visto che è in costruzione una nuova sede posizionata in zona molto frequentata (accanto al Supermercato).

Ho fatto una chiacchierata con una assistente bibliotecaria; la biblioteca, sede attuale, è molto frequentata ma lo spazio é poco; il sabato fanno animazioni per bambini.

Continuata la girata andando sul Falterona dove c’era ancora la neve!!.

Per la strada, tutta tornanti, ho incontrato una miriade di motociclisti che pensavano di essere a Le Mans; in tutte le curve stavo il più possibile sulla mia destra per non rischiare di trovarmi uno di loro dentro la mia piccola macchina!.

IVA per servizi delle biblioteche

Dal Il Sole 24 ore del 12/4/2008

Giuseppe Romano

Il servizio di catalogazione dei libri di una biblioteca non può essere esente Iva poiché non riguarda la gestione globale della struttura; come specifica e autonoma prestazione di servizi, va assoggettata a Iva ordinaria. Con la risoluzione 148/E del 10 aprile, resa nota ieri, l`Agenzia ha così chiarito l`ambito di applicazione della disposizione dell`articolo 10, n. 22, del Dpr 633/72, che esenta dall`imposta «le prestazioni proprie delle biblioteche». Secondo l`Agenzia, infatti, le prestazioni proprie delle biblioteche vanno considerate nel loro complesso, in quanto solo nel loro insieme sono «funzionali all`erogazione di servizi di natura culturale e sociale cui è destinata strutturalmente la biblioteca».
Nel caso esaminato, una cooperativa ha avuto da un Comune l`affidamento di un servizio di catalogazione di volumi appartenenti a fondi librari della biblioteca comunale. La società ha chiesto se il corrispettivo relativo al servizio si potesse considerare esente secondo l`articolo 1o, n. 22, anche se nell`insieme non si può configurare una gestione globale della struttura bibliotecaria.
L`Agenzia ha ricordato che l`esenzione per i servizi propri delle biblioteche, conformemente all`articolo 132 della direttiva 20o6/112/CE, è stata introdotta per agevolare i servizi di rilevante utilità culturale e sociale. L`Agenzia ha poi richiamato i due precedenti interventi sull`argomento (risoluzioni 135/E del 6 dicembre 2oo6 e 131/E del 6 giugno 2007): nella prima è stata ribadita la natura oggettiva dell`esenzione che si applica «sia nell`eventualità che le prestazioni proprie delle biblioteche vengano rese direttamente sia nel caso in cui la gestione della biblioteca venga affidata a terzi». La risoluzione 131 del 2007, invece, ha precisato che, nel caso di affidamento a terzi del servizio di biblioteca, l`esenzione è applicabile solo quando si affida la gestione globale della struttura e non una singola prestazione, mentre in caso di affidamento a terzi di singoli interventi si dovrà applicare l`ordinario regime di imponibilità. Poiché il Comune non ha affidato alla cooperativa la gestione globale della biblioteca, ma solo il servizio di catalogazione di alcuni volumi, la prestazione va quindi assoggettata a Iva con aliquota ordinaria.